Una raccolta di pensieri.

mercoledì 11 febbraio 2015

Quello che vorrei dirti.

Senti, allora, è vero che io sono un disastro. Quando l'altra sera ero ubriaca e urlavo "sono un disastro nei rapporti con altri", era tutto vero (E poi lo sai che da ubriachi si dice sempre la verità). Sono un disastro nelle amicizie e nelle relazioni. Ti giuro, mi mancano proprio le basi. I miei amici, i ragazzi che ho avuto e i miei genitori dicono che sono egoista. Credo che un po' sia vero. Solamente il mio ex non me lo diceva, ma perché lui era più egoista di me. A., ti giuro che io certe volte non so proprio come comportarmi, non so come gestire le cose, mi sento stupida. Per esempio, no, noi adesso ci stiamo sentendo, ci stiamo conoscendo, ma io non so mai quanti messaggi devo mandarti, quando, e perché. Non so se scriverti perché poi ho paura di accollarmi e non so se non scriverti perché ho paura di essere stronza. Poi vedo che nemmeno tu mi scrivi tanto, quindi penso "ah forse anche lui è un disastro". Sono stata un anno e mezzo a farmi pippe mentali per uno più disastrato di me e adesso posso dire di essere diventata ancora più egoista. Prima di uscire con te sono uscita per 2-3 volte con un altro ragazzo, mi ci sono un po' divertita e poi gli ho detto ciao. Mi ero stancata. Non so perché ti sto dicendo questo. Mi piacerebbe conoscerti meglio, A. Non mi interessa sapere cosa vuoi da me, perché sai nemmeno io so cosa voglio da me stessa, figurati se posso sapere cosa voglio da un'altra persona, e credo per te sia lo stesso. Però so cosa non voglio: non voglio una scopata e poi chi si è visto si è visto; però non voglio nemmeno un fidanzato. Vorrei una persona con cui stare bene senza aver paura di fare o ricevere del male. Non so se sia tu questa persona, ma mi piacerebbe conoscerti per scoprirlo. Adesso, non so se anche tu vuoi conoscermi oppure ti sei stancato, quindi basta che me lo dici. E dimmi anche se la quantità di messaggi che ti mando può andare bene, perché sono proprio una frana. Dimmi se ti interesso. Dimmi se vuoi rivedermi. Io sono tanto egoista e tanto insicura, non sono per niente brava in queste cose, non sono una che "ci sa fare", io sono solo una che fa quello che le passa per la testa. Mi sono ubriacata e ti ho baciato. Esco con te e faccio tutti questi discorsi assurdi. Voglio una persona, la ottengo nonostante faccia del male a chi mi sta intorno. Sono così. Non mi faccio sentire con gli amici, con le amiche, faccio la merda con i ragazzi, insomma questo. Poi penso che mi piacerebbe conoscerti e quindi vorrei farlo, se tu sei d'accordo. Non ho idea di cosa voglio, te lo ripeto. Ma credo che passare un pomeriggio senza pensare a niente, a ridere e a raccontarci le cose sia già qualcosa. Quindi se tu vuoi io sono qui, basta che mi cerchi. Magari facciamo i disastri insieme. Non sono una ragazza perfetta, non sono tranquilla, ho un sacco di insicurezza, di dubbi, quando mi trovo davanti a te ho paura di non essere molto interessante perché penso "chissà quante altre ragazze più interessanti di me ha conosciuto" e ho sempre la sensazione di non piacerti abbastanza, non che questo non sia plausibile, anzi, però mi da fastidio sentirmi così. E so che questo non è un discorso da fare a un ragazzo che ho visto 4 volte, di cui una da ubriaca. Penso che dovrei prendere le cose in modo più tranquillo, senza farmi troppe pippe mentali; quando lo faccio però poi mi dicono che non dimostro i miei sentimenti e faccio la stronza. Allora penso che dovrei proprio eliminarli i sentimenti, ma ho capito che non ne sono capace. Io senza sentimenti faccio solo del male. E non voglio farti del male. Per cui adesso dimmi cosa ne pensi di tutto questo discorso assurdo e poi fai finta che non abbia mai detto niente di tutto ciò.

Nessun commento:

Posta un commento