Una raccolta di pensieri.

giovedì 21 novembre 2013

Continui a scegliere me.

Non so cosa mi prende. Momenti di insicurezza totale.
Mi stupisco di quanto tu ti mostri così sicuro.
Andrà bene.
Voglio stare con te.
Voglio te e basta.
Mi rendi felice.
Ti amo.
Ci credo.

Anche io penso tutte queste cose. Davvero. Ma certe volte altri pensieri prendono in sopravvento e io non ci posso fare niente.
Hai un sacco di amiche. Simpatiche e carine. Una hai detto che mi somiglia di carattere. Ecco, perché continui a scegliere me?
Non lo capisco.
Continui a scegliere me.
Me.
In mezzo a tutte le amiche che hai, in mezzo a tutte le ragazze che hai conosciuto, ce ne dovrà essere almeno una che vada bene per te. Tipo quella che ha il mio carattere e ti fa ridere tanto, no?
Hai la possibilità di avere accanto a te una ragazza simpatica che ti fa ridere, tutti i giorni, ogni momento, quando vuoi. Potresti abbracciarla e baciarla. Ma continui a scegliere me.
Perché.

Non che mi dispiaccia, anzi. Ma ho paura che questo incanto duri poco. Ho una tremenda paura. Che prima o poi tu realizzi "oh ma guarda. Ma io la felicità ce l'ho a due passi, perché complicarmi la vita con lei che abita a 700 km?"
Ecco. Prima o poi lo penserai. Lo so. E io me l'aspetto ma ho paura.
Tanta.
Di essere sostituita con una soluzione più semplice.

Non ti capisco proprio.
Perché complicarti la vita se già ce l'hai complicata. Forse è vero che sono speciale per te. Forse è solo una tua fissazione.
Io so solo che voglio stare con te. Punto. Lontani, vicini, è uguale.
Se tu rimani io rimango.
Era questo il patto, no?

Non ce la faccio proprio a dimenticare tutti quei messaggi che mi hai mandato.

Nessun commento:

Posta un commento