Una raccolta di pensieri.

venerdì 6 aprile 2012

Le idee che non ho più.

Stamattina mi sono svegliata con una grande voglia di scrivere. E avevo ancora gli occhi chiusi quando le idee hanno iniziato a frullare nella mia testa! Tante, tante idee, un po' sfocate, alcune venivano, poi se ne andavano, altre rimanevano più tempo, in attesa di essere scartate, o di essere prese in considerazione. Tante idee, che gridavano, che mi urlavano "sono io quella giusta! scegli me!" .. E io lì, con gli occhi chiusi, a rigirarmi nel letto, con le mani che fremevano, che non vedevano l'ora di posarsi sui tasti del computer, uno dito dopo l'altro..
Le idee continuavano a infestare la mia mente, ma nessuna mi sembrava interessante, giusta, vincente.
Nessuna idea richiamava la mia attenzione, nessuna idea mi convinceva. Mi sembravano idee stupide.
Pensavo "dai, continuate a urlare, sono sicura che troverò ciò che cerco!"..
Ma..
Nientre. Avevo tante idee, ma in fondo non ne avevo nessuna; o almeno nessuna tra tutte le idee che ballavano nella mia testa era quella adatta per essere elaborata, scritta, ammirata, letta.
Nessuna.
Odiavo quelle idee stupide che mi rendevano solo più vuota.
Eppure qualche frase interessante è comparsa, quindi ho preso il primo oggetto utile per scrivere, il mio cellulare, e l'ho appuntata.
Ma..
No, non mi piaceva.
Volevo qualcosa di più.. Niente andava bene.
Poi ho aperto gli occhi e le idee sono volate via. 
Via..
"Bene, e adesso?"
Non avevo nemmeno più le idee!
Ma la voglia di scrivere era sempre lì, che mi faceva fremere le dita, la voglia di scrivere non se ne sarebbe mai andata, non mi avrebbe mai lasciata da sola.. Almeno la voglia di scrivere sarebbe rimasta.
Ma cosa potevo farmene della voglia se non avevo più idee?
Cosa avrei potuto scrivere se.. Non avevo più niente da dire?
La voglia di scrivere non bastava.
Ho acceso il pc e un inspiegabile senso di panico misto a frustrazione ha iniziato a martellarmi il cuore.. Velocemente ho aperto il mio blog e ho cliccato su "nuovo post". 
"Bene, e adesso?"
Ero lì, le mie mani hanno preso a toccare i tasti del computer, stupide mani guidate dal vuoto, i miei occhi davanti allo schermo erano persi, smarriti.. Il mio cervello era in tilt: non avevo niente da scrivere, niente da dire, niente da comunicare, nulla!
Come era possibile? Svegliarsi con mille idee, confuse certo, ma pur sempre idee.. E ritrovarsi vuota.. Davanti a un computer.. Davanti a un nuovo post che non poteva essere scritto.. Davanti alla consapevolezza di essere una persona vuota.. Una persona senza più idee..
Possibile?
Panico, delusione, rabbia, frustrazione. 
Ma la voglia di scrivere è sempre lì, non mi abbandona.
Queste mani hanno bisogno di muoversi sulla tastiera.
Questa mente ha bisogno di pensare.
Questi occhi hanno bisogno..
Di piangere.
Una lacrima precipita lì, tra la B e la N.
Quella lacrima cade vicino alle mani impotenti.

Quella lacrima segna il confine tra la voglia di scrivere e le idee che non ho più.

10 commenti:

  1. Succede sai di pensare che non si ha niente da dire quando dentro invece sentiamo l'emozione di un mare in tempesta. Quando mi capita chiudo gli occhi e allora, proprio come hai fatto tu, racconto emozioni e parentesi che si estendono lungo l'arco di attimi intensi perché sono quelli in cui sono a contatto con la parte più profonda di me. E anche tu, con quella lacrima fra la B e la N, mi dici che è vero. Ciao

    RispondiElimina
  2. Cara Airone sognatrice, scusa questo secondo post ma devi sapere che faccio guerra alle inutili e odiose parole captcha che sono sempre due e sempre più difficili da leggere. Mi permetto di suggerirti di levarla e se vuoi adotta la moderazione: io non ce l'ho ma spam non ne arrivano. Se ti va ho fatto un post in cui spiego come si leva: "No alla parola captcha". Grazie e scusa.

    RispondiElimina
  3. ciao anthea! ho seguito il tuo consiglio e dovrei essere riuscita a togliere le parole captcha dai commenti.. grazie. nel tuo blog scopro sempre cose nuove e adoro leggerti.. =)

    RispondiElimina
  4. Cara Airone sognatrice adesso ti dico come è andata e grazie a te di averlo fatto.

    RispondiElimina
  5. Grande Airone Sognatrice la brutta parola captcha non l'hai più. Grazie di cuore!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bene =) sn contenta x aver collaborato ;)

      Elimina
  6. Capita di rimanere senza idee...è la realtà, la quotidianità che te le suggerisce e ti invoglia a scrivere. Almeno a me succede così. Invece ,a volte la realtà rimane muta, senza dire una parola e tu (generico) nn sai cosa scrivere, pensando che quel "non parlare" sia sinonimo di "non saper comunicare nulla, di essere una persona vuota". In realtà xò...nn sei tu ad esser vuota, è la vita che in quell'istante, tace.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :') grazie x le tue parole helene! .. "è la vita che in quell'istante tace" .. mi hanno scossa! =)

      Elimina
    2. il tuo post è perfettamente in tema con il mio!
      Se posso darti un consiglio, l'importante è scrivere e anche iniziare con il nulla va bene. è un primo passo.
      barva

      Elimina
  7. ho letto il tuo post e mi ha fatto riflettere molto.. inizierò con tanti nulla, forse riuscirò a finire con qualcosa. grazie =)

    RispondiElimina