Una raccolta di pensieri.

domenica 15 gennaio 2012

Per lei.

Liberati, piccola! Togliti dalla mente quel mostro, quell'uomo orribile che ti ha fatto del male! Liberati! Non puoi, non devi assolutamente dedicare un altro secondo della tua esistenza a pensare a lui, quel mostro. Non permettergli di occupare ancora i tuoi pensieri. Liberati! Liberati da quella persona sgradevole, non addannarti a ricordare il passato! 
Piccola, sei bellissima. 
Bellissima. 
E lui è solo un verme.
E' passato tanto tempo, ormai, non vale più la pena stare male per lui.
Erano bei momenti, giorni felici, spensierati, sembrava che tutto stesse andando per il verso giusto; sembrava tutto infinito, saldo, bellissimo e pulito.. Poi è caduto tutto, dalla finestrella più alta di quel castello che avevate costruito insieme, quel castello fatto di sogni e risate, futuro e amore; la finestrella più alta custodiva le cose più belle, i momenti indimenticabili, quelli che ti hanno fatto battere il cuore giorni e giorni.. E da quella finestrella lui ha gettato tutto giù, ha fatto cadere i "ti amo", le promesse, le esperienze vissute, i baci, le carezze, i pomeriggi di fuga, i vostri segreti, ha frantumato tutto al suolo, ha distrutto tutto. Senza il tuo permesso, vero? 
Prima è piombato nella tua vita, quell'uomo, se così si può chiamare, ti ha fatto vivere i sogni più incredibili, poi ha distrutto ogni cosa.
Un pezzo per volta, ha fatto volare tutto da quella finestrella.

Adesso, dimmi, piccola: quella finestrella, che dava luce a una stanzetta una volta piena di meraviglie, oggi vuota, è chiusa?
E' chiusa per sempre?
Hai paura che un altro mostro possa catturarti e poi gettare le vostre cose da quella finestra mentre le vede schiantarsi per terra? Hai paura di questo?

Aprila quella finestra. Fai entrare dentro di te la luce, come prima, tanta luce, tantissima, il vento, che toglie la polvere rimasta in quella stanza vuota, fai entrare anche il vento. Osserva la stanzetta che torna pulita. Per te. Ora riempila, quella stanza.

E se un altro uomo prenderà i "ti amo", le promesse, le esperienza vissute, i baci, le carezze, i pomeriggi di fuga, i vostri segreti e frantumerà tutto al suolo, tu non chiuderla mai, la finestrella.
Tienila aperta per l'amore. Vero.
Quell'amore che non oserà MAI distruggere le tue cose in questo modo brutale. Quell'amore che, anche quando finirà, non lo ricorderai MAI come un mostro, un verme, un bastardo, un bugiardo.

Quindi, piccola, liberati.
Liberati dalla polvere! Con la luce, con il vento, liberati e ricomincia. Perché non puoi interromperti a qualche mese fa, devi andare e lui non ti può mancare, non ti deve mancare! LIBERATI.

Sono stanca di dirtelo, piccola. Spero che capirai.

Io ti voglio bene.

Nessun commento:

Posta un commento