Una raccolta di pensieri.

mercoledì 28 dicembre 2011

Sole di Dicembre

Apparentemente questa può sembrare una giornata come altre, un pomeriggio di Dicembre come tanti. Freddo, silenzioso, immobile. Poi c'è uno spiraglio di luce che entra in salotto..

Mi avvicino alla finestra. Il sole è lì, in alto, luminoso come non l'avevo mai visto. Il sole è lì, sembra quasi che stia respirando, lentamente..

E allora Dicembre cos'è? 

Il giardino è illuminato e sembra più verde e i rami senza foglie sembrano sbocciare da un momento all'altro. Rimane solo il freddo, pungente, ma questo sole caldo mi accieca.. 

L'immobilità del mondo lì fuori fa paura.

Poi le foglie della quercia iniziano a ballare, a ondeggiare, si avvicinano a quella sfera di luce assoluta.. Vogliono sentire ancora più calore, vogliore assorbire più luce possibile, rinascono!

E noi, qui dentro, forse non ci accorgiamo nemmeno del sole lì fuori.

Ma c'è un mondo che sta in equilibrio sugli opposti, c'è un Dicembre che si regge sul freddo e sul sole, sul vento e sull'immobile, sul verde e sui rami secchi. C'è un inverno lento, che si gode tutto quello che passa, si gode tutta la pioggia, tutte le nuvole..  

E c'è anche un inverno frettoloso, appena iniziato.. Ma non vede già l'ora di finire, questo inverno, veloce, sfrontato. Questo inverno che nasconde il sole 
più luminoso
che abbia
mai
visto.

Nessun commento:

Posta un commento